Un Mondo Possibile

Un Mondo Possibile

Politica, Economia, Cultura e Democrazia Economica
Movimento per la Democrazia Economica
ultime ricerche
ravi batra
neoumanesimo
politica energetica
... altre ricerche ...
Home > Approfondimenti > Verso la Democrazia Economica > La democrazia incompiuta
RSS Atom stampa
Home
Eventi
Treviso
Massima Utilizzazione
Ecologia
Politica
Economia
Cucina non violenta
Cultura
Editoriali
Libri
Lettere
Approfondimenti
Gas MDE
Cambiamenti climatici
Mailing list
Link
Download
Contatti
Indice per titolo
Indice per data
Indice per autore

Eventi
<< Settembre 2017 >>
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
La democrazia incompiuta

Nei Paesi occidentali e nella maggior parte dei Paesi del mondo la parola Democrazia Ŕ sinonimo di libertÓ e progresso. Le istituzioni dello Stato e quelle private, i partiti politici, le organizzazioni sociali considerano il raggiungimento della democrazia politica come panacea di tutti i problemi umani.

In tutte le societÓ cosiddette democratiche Ŕ applicato il sistema elettivo a suffragio universale che garantisce l'elezione diretta dei parlamenti e dei governi. C'Ŕ una larga rappresentanza politica di differenti partiti eppure, contemporaneamente, nelle societÓ democraticamente pi¨ avanzate esistono delle grosse contraddizioni sociali e delle forti disparitÓ economiche.

Bisogna ammettere che la democrazia politica ha dato un contributo allo sviluppo e all'emancipazione ed Ŕ attualmente senz'altro il sistema che garantisce le maggiori libertÓ. Nonostante questo, nelle nostre societÓ Ŕ rimasto qualcosa di incompiuto, esiste un malcontento sociale generalizzato, che rende la maggior parte delle persone insoddisfatte ed insicure, schive al potere politico e alla partecipazione collettiva. Questo fenomeno di poca fiducia nelle Istituzioni Politiche e nello Stato Ŕ ampiamente diffuso in tutte le societÓ che in vario modo applicano sistemi democratici: in Italia o in Russia, in Germania o in Giappone, in USA o in Argentina, in India o in Francia.

In Italia passiamo continuamente da un governo all'altro, dalle continue modifiche costituzionali alle tangenti ai conflitti d'interesse ed altri fenomeni di corruzione politica. Ma per le persone, in termini di benessere sociale, non cambia mai niente. Non Ŕ un'eresia interpretare le contraddizioni dei sistemi democratici attuali come processi incompiuti, non finiti, in quanto non garantiscono a tutti l'accesso alle libertÓ sociali ed economiche.

30-08-2006 Dante Nicola Faraoni


Iscriviti alla Mailing List


annunci pubblicitari





Edicola.org